Ricerca

Temi


Il tuo browser potrebbe avere problemi nell'utilizzare Java o Flash. Prova a ricaricare la pagina, se no peccato, sarebbe molto più carino se funzionasse... E se no, usa Firefox che funziona sempre

Agenda
Edito    notizie    Formazione adulti    Giovani    Bambini
Liturgie cittadine    Liturgie in parrocchia    Liturgie diocesane    Musica in Cattedrale    Incontri per i genitori
Catechisti    Attività caritative    Rosario    Monastero    S. Spirito
Gruppo Cresima    Cultura    Scoutismo    Audio    Video
Foto    Azione Cattolica Adulti    Conferenza S. Vincenzo    Gruppo missionario    Animatori
Incontri per fidanzati    Gruppo Chitarre    

News

Attività

  • SCARICA il foglietto della domenica e Voce isontina

    il 23 maggio 2020

    VOCE ISONTINA - versione digitale https://www.voceisontina.eu/Voce-Is...

    Segue...

  • I dialoghi del Risorto

    il 17 maggio 2020

    L’Arcivescovo Carlo sta preparando delle "catechesi pasquali" online sul tema: "I dialoghi del Risorto", una per settimana sui canali social della diocesi e dell’Unità (...)

    Segue...

  • FONDO SCROSOPPI

    il 16 maggio 2020

    Sono pesanti le conseguenze a livello economico e finanziario che l’attuale emergenza sanitaria legata alla pandemia Covid-19 sta avendo sulla vita di molte famiglie e persone anche nel nostro (...)

    Segue...

L’ultimo foglio INSIEME

video hasard

L'immagine del giorno

L'audio del giorno

Iscrizione alla newsletter

Ultimi articoli

  • Presenza – assenza

    Rubrica La Parola della settimana il 24 maggio 2020

    Siamo felici di riprendere la celebrazione comunitaria dell’eucarestia dopo il tempo prolungato di digiuno che speriamo sia servito a “fare fame” e a rendersi conto del dono che è la possibilità di ricevere il Corpo di (...)

    Segue...

  • Laudato si’

    Rubrica Papa Francesco il 24 maggio 2020

    «Laudato si’, mi’ Signore», cantava san Francesco d’Assisi. In questo bel cantico ci ricordava che la nostra casa comune è anche come una sorella, con la quale condividiamo l’esistenza, e come una madre bella che ci (...)

    Segue...

  • Rosario mese di maggio

    Rubrica News il 24 maggio 2020

    Da domenica 24 a sabato 30 maggio alle 20.30, come Chiesa diocesana di Gorizia, proponiamoci di unirci nella preghiera del Rosario, dal santuario di Rosa Mistica a Cormons, collegati in You-tube chiesadigorizia e (...)

    Segue...

  • Orari S. Messe Unità pastorale

    Rubrica News il 24 maggio 2020

    Messa feriale : Monastero Clarisse ore 7.00; S. Ignazio ore 8.00; Cappuccini ore 9.00 - 18.30; Cattedrale ore 18.30; S. Rocco ore 19.00; S. Anna ore 19.00. Messa festiva : S. Ignazio ore 18.00 (...)

    Segue...

  • La buona notizia

    Rubrica La buona notizia il 24 maggio 2020

    24 maggio 2020 A Taranto è nata una libreria ecologica molto speciale, gestita da volontari, dove i libri non si comprano ma si barattano con bottiglie di plastica. L’iniziativa è nata dall’associazione Plasticaqqà che (...)

    Segue...

  • Agenda della settimana (24/05/20)

    Rubrica News il 24 maggio 2020

    Oggi, Ascensione del Signore, l’Arcivescovo Carlo presiede la liturgia in Cattedrale alle 11.30. La liturgia è aperta ai fedeli e anche trasmessa in diretta streaming sulla pagina facebook dell’Arcidiocesi di Gorizia e (...)

    Segue...

  • SCARICA il foglietto della domenica e Voce isontina

    Rubrica Liturgia il 23 maggio 2020

    VOCE ISONTINA - versione digitale https://www.voceisontina.eu/Voce-Is...

    Segue...

La Parola della settimana

Presenza – assenza

Siamo felici di riprendere la celebrazione comunitaria dell’eucarestia dopo il tempo prolungato di digiuno che speriamo sia servito a “fare fame” e a rendersi conto del dono che è la possibilità di ricevere il Corpo di Cristo. Purtroppo a volte serve proprio l’assenza per cogliere il valore prezioso di una presenza.

Tutta la festa di oggi, tutta la festa dell’Ascensione, si gioca nella tensione tra la presenza e l’assenza. Gesù salendo al cielo, per certi versi, non è più presente fra i suoi discepoli nella forma che avevano sperimentato fino allora. Eppure Gesù quando sale al cielo (chiaramente la metafora spaziale è simbolica) rende presente nel cuore di Dio l’umanità: Gesù porta con sé tutto il carico di relazioni, gioie, speranze, delusioni, fatiche, slanci, piccolezze, virtù, limiti che è la vita umana e la porta dentro il mistero di Dio. Ora la nostra umanità è presente nel cuore di Dio: Dio non conosce la nostra vita dal di fuori, ma dal di dentro. Quella che sembra un’assenza in realtà permette di vivere una presenza ancora più forte.

La narrazione stessa dell’ascensione presenta questa tensione. Da una parte ci sono i discepoli che si prostrano e adorano Gesù: probabilmente lo vorrebbero vicino, presente, vorrebbero godere della sua intimità. Dall’altra parte proprio nel momento in cui potrebbe essere più gustosa la vicinanza, Gesù rimanda e invita ad uscire: “andate dunque e fate discepoli tutti i popoli”. E quando i discepoli si mettono in cammino assicura: “io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo”.

Potremmo pensare che la possibilità di avere nuovamente l’eucarestia sia il momento in cui più persone dovrebbero venire in chiesa, in realtà questo è il momento in cui più cristiani devono uscire fuori dalle chiese per raccontare che il vangelo offre un senso all’esistenza, che anche in mezzo alla pandemia si possono trovare forme per donare la propria vita, e che se dono la vita in realtà comincio già a vivere da risorto.

Quindi benvenuti in chiesa, ma allo stesso tempo, ben inviati ad essere testimoni!


Esulti di santa gioia la tua Chiesa, o Padre, per il mistero che celebra in questa liturgia di lode, poiché nel tuo Figlio asceso al cielo la nostra umanità è innalzata accanto a te, e noi, membra del suo corpo, viviamo nella speranza di raggiungere Cristo, nostro capo, nella gloria. Amen.


Dal Vangelo di Matteo 28,16-20

«A me è stato dato ogni potere in cielo e sulla terra. Andate dunque e fate discepoli tutti i popoli, battezzandoli nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo, insegnando loro a osservare tutto ciò che vi ho comandato».