Ricerca

Calendario

< Marzo 2017 >
DOLUMAMEGIVESA
   1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031 
I santi del mese

Temi


Il tuo browser potrebbe avere problemi nell'utilizzare Java o Flash. Prova a ricaricare la pagina, se no peccato, sarebbe molto più carino se funzionasse... E se no, usa Firefox che funziona sempre

Agenda
Edito    notizie    Formazione adulti    Giovani    Bambini
Liturgie cittadine    Liturgie in parrocchia    Liturgie diocesane    Musica in Cattedrale    Incontri per i genitori
Catechisti    Attività caritative    Rosario    Monastero    S. Spirito
Gruppo Cresima    Cultura    Scoutismo    Audio    Video
Foto    Azione Cattolica Adulti    Conferenza S. Vincenzo    Gruppo missionario    Animatori
Incontri per fidanzati    Gruppo Chitarre    

News

Attività

  • Celebrazioni pasquali

    il 25 marzo 2017

    Saranno presiedute dall’Arcivescovo Carlo e quest’anno per la prima volta coinvolgeranno anche le due comunità della cattedrale e di S. Ignazio, che si stringeranno attorno al successore degli (...)

    Segue...

  • Patroni di Gorizia

    il 18 marzo 2017

    Il ricco concerto spirituale, la conferenza che ha riempito il Verdi e lasciato tanta gente fuori, la celebrazione eucaristica e il premio ai concittadini illustri sembrano andati bene con la (...)

    Segue...

  • Nuovo sito in costruzione della Cattedrale

    il 14 marzo 2017

    Ecco il nuovo sito, ancora in costruzione, della Cattedrale. Fateci pervenire osservazioni e suggerimenti, all’indirizzo mail: cattedrale@arcidiocesi.gorizia.it. Sarà per noi prezioso tenerne (...)

    Segue...

L’ultimo foglio INSIEME

La liturgia del giorno

video hasard

L'immagine del giorno

L'audio del giorno

Iscrizione alla newsletter

Ultimi articoli

  • Illuminati, grazie a Cristo

    Rubrica La Parola della settimana il 25 marzo 2017

    Luminoso Gesù, che con la sua persona porta luce negli occhi e nel cuore dell’uomo! E che luce! Quella stessa di Dio, quella che illumina, oltre le apparenze, le profondità del cuore. Rischiara questa verità la ricerca (...)

    Segue...

  • La trasmissione della vita

    Rubrica Amoris laetitia il 25 marzo 2017

    La famiglia è il santuario della vita. È così grande il valore di una vita umana, ed è così inalienabile il diritto alla vita del bambino innocente che cresce nel seno di sua madre, che in nessun modo è possibile (...)

    Segue...

  • Celebrazioni pasquali

    Rubrica Liturgia il 25 marzo 2017

    Saranno presiedute dall’Arcivescovo Carlo e quest’anno per la prima volta coinvolgeranno anche le due comunità della cattedrale e di S. Ignazio, che si stringeranno attorno al successore degli Apostoli per celebrare la (...)

    Segue...

  • Agenda della settimana (26/03/17)

    Rubrica News il 25 marzo 2017

    Oggi raccogliamo la "Borsa della spesa" a favore delle famiglie bisognose. Sino a Pasqua, da lunedì a giovedì alle 18.30 in duomo Vespri e Messa; venerdì alle 18.00 Via Crucis in S. Ignazio. Lunedì 27/03 alle 20.30 al (...)

    Segue...

  • Pillole di...

    Rubrica Pillole di... il 25 marzo 2017

    «Cercate quanto volete, ma alla fine dovrete riconoscere che soltanto Gesù illumina il mistero della vita umana». (Card. Angelo Comastri) «La carità vissuta non consiste nel trasmettere anzitutto delle risposte (...)

    Segue...

  • Dissetàti, grazie a Cristo

    Rubrica La Parola della settimana il 18 marzo 2017

    Come ci assomiglia il popolo di Israele raccontato nella prima lettura, in crisi mentre cammina verso la libertà. Cammina, è vero, ma è ancora nel deserto e ha paura. Ha sete, ma soprattutto ha paura che venga a (...)

    Segue...

  • Situazioni imperfette

    Rubrica Amoris laetitia il 18 marzo 2017

    Lo sguardo di Cristo, la cui luce rischiara ogni uomo ispira la cura pastorale della Chiesa verso i fedeli che semplicemente convivono o che hanno contratto matrimonio soltanto civile o sono divorziati risposati. Il (...)

    Segue...

La Parola della settimana

Illuminati, grazie a Cristo

Luminoso Gesù, che con la sua persona porta luce negli occhi e nel cuore dell’uomo! E che luce! Quella stessa di Dio, quella che illumina, oltre le apparenze, le profondità del cuore.

Rischiara questa verità la ricerca che il profeta sacerdote Samuele mette in atto per trovare il nuovo re di Israele. Dei sette possenti figli di Jesse il Betlemmita nessuno è il prescelto dal Signore. Bisognerà scovare nei pascoli l’ultimo fratello, il più piccolo, non forte come un soldato, ma delicato e capace di tenere insieme il gregge, come soltanto un pastore sa fare, il giovane Davide.

E Samuele è finalmente illuminato dalla Parola del Signore: gli viene detto che "l’uomo vede l’apparenza, ma il Signore vede il cuore".

Noi comprendiamo che "vedere" con gli occhi di Dio significa passare dallo sguardo naturale sulle cose alla sapienza del cuore, al cercare e cogliere ciò che è gradito al Signore.

Due esempi ci vengono suggeriti per comprendere che cosa questo significhi. Il primo viene dal Vangelo odierno: i discepoli di fronte all’uomo cieco dalla nascita cercano ancora di chi è la "colpa", Gesù invece li guida a cercare le possibilità di amore in quella situazione ferita e impedita. "Né lui ha peccato né i suoi genitori, ma è perché in lui siano manifestate le opere di Dio", rivela Gesù.

Se potessimo vedere così anche le nostre tensioni familiari, ad esempio, e lasciar cadere i vari "chi ha iniziato, di chi è la colpa" e chiederci invece "come possiamo amare in questa situazione". Ecco la luce della fede all’opera!

Il secondo esempio viene suggerito dalla lettera del vescovo Carlo al cristiano della domenica, invitato ad assumersi le proprie responsabilità nella società, senza scaricarle, ad esempio, con la critica gratuita ai vari amministratori responsabili della cosa pubblica. "Tocca a me, dice il cristiano illuminato, io ci sono, questa iniziativa la assumo io assieme ad altri, accetto questa responsabilità".

Così irradiamo attorno a noi la luce del Regno di Dio.


O Dio, Padre della luce, non permettere che ci domini il potere delle tenebre, ma apri i nostri cuori con la grazia del tuo Spirito, perché vediamo colui che hai mandato a illuminare il mondo. Amen.


Dal Vangelo di Giovanni 9,1-41

Ed egli disse: «Credo, Signore!». E si prostrò dinanzi a lui. Gesù allora disse: «È per un giudizio che io sono venuto in questo mondo, perché coloro che non vedono, vedano e quelli che vedono, diventino ciechi»