Ricerca

Temi


Il tuo browser potrebbe avere problemi nell'utilizzare Java o Flash. Prova a ricaricare la pagina, se no peccato, sarebbe molto più carino se funzionasse... E se no, usa Firefox che funziona sempre

Agenda
Edito    notizie    Formazione adulti    Giovani    Bambini
Liturgie cittadine    Liturgie in parrocchia    Liturgie diocesane    Musica in Cattedrale    Incontri per i genitori
Catechisti    Attività caritative    Rosario    Monastero    S. Spirito
Gruppo Cresima    Cultura    Scoutismo    Audio    Video
Foto    Azione Cattolica Adulti    Conferenza S. Vincenzo    Gruppo missionario    Animatori
Incontri per fidanzati    Gruppo Chitarre    

News

Attività

L’ultimo foglio INSIEME

L'immagine del giorno

L'audio del giorno

Iscrizione alla newsletter

Ultimi articoli

  • Fatti per amare

    Rubrica La Parola della settimana il 19 maggio 2019

    Se abbiamo il coraggio di ascoltare con profondità il nostro cuore, scopriremo che dentro di noi c’è un grande desiderio di amare e di essere amati. Questo desiderio è scritto nel cuore di ogni persona, di ogni cultura (...)

    Segue...

  • "Beati quelli che sono nel pianto, perché saranno consolati"

    Rubrica Gaudete et exultate il 19 maggio 2019

    Il mondo non vuole piangere: preferisce ignorare le situazioni dolorose, coprirle, nasconderle. La persona che vede le cose come sono realmente, si lascia trafiggere dal dolore e piange nel suo cuore. Quella persona (...)

    Segue...

  • Destina l’8xmille alla Chiesa cattolica

    Rubrica Le "Giornate" della Chiesa il 19 maggio 2019

    L’Italia dell’8xmille alla Chiesa cattolica è il Paese dei progetti realizzati e il 19 maggio è dedicato a far conoscere gran parte del bene fatto. Grazie all’8xmille, infatti, e a 15 milioni di contribuenti che in media (...)

    Segue...

  • Agenda della settimana (19/05/19)

    Rubrica News il 19 maggio 2019

    S. ROSARIO MESE DI MAGGIO. S. IGNAZIO: lunedì, mercoledì e sabato alle ore 17.30. S. ANTONIO (v. del Santo): martedì, giovedì e ve-nerdì alle ore 17.30. DUOMO: dal lunedì al venerdì alle ore 18.00. MERCOLEDÌ 22 alle (...)

    Segue...

  • I Santi della settimana

    Rubrica Vivere da Cristiani il 19 maggio 2019

    SANTA RITA DA CASCIA - (22 maggio) Nacque intorno al 1381 presso Cascia (PG). Per volere dei genitori a 13 anni dovette sposare un giovane ufficiale del luogo, dal carattere impetuoso e violento col quale ebbe due (...)

    Segue...

  • Pillole di...

    Rubrica Pillole di... il 19 maggio 2019

    Ognuno deve farsi, come Lui, racconto inedito del volto d’amore di Dio, canale non intasato, vena non ostruita attraverso la quale l’amore, come acqua feconda, circoli nel corpo del mondo “La relazione di un fratello (...)

    Segue...

  • Buon pastore

    Rubrica La Parola della settimana il 12 maggio 2019

    Quando il vangelo ha cominciato a diffondersi nell’impero romano non è stato facile trovare il logo, che potesse identificare il cristianesimo. È utile avere un simbolo attorno al quale riconoscersi e che possa dire (...)

    Segue...

La Parola della settimana

Fatti per amare

Se abbiamo il coraggio di ascoltare con profondità il nostro cuore, scopriremo che dentro di noi c’è un grande desiderio di amare e di essere amati. Questo desiderio è scritto nel cuore di ogni persona, di ogni cultura e di ogni tempo. Noi siamo fatti per amare.

Gesù, durante l’ultima cena, nel momento più importante e riassuntivo della sua vita dice ai suoi che lascia loro un comandamento nuovo: che vi amiate gli uni gli altri… Ma se il desiderio di amare e di essere amati è così profondamente radicato in noi, come si può dire che sia un comandamento nuovo? Chi poi ha una certa familiarità con la Scrittura e con l’Antico Testamento, sa molto bene come ci sono già diverse attestazioni di questo comandamento. Dove sta la novità?

La novità sta piuttosto nella frase successiva: “come io ho amato voi, così amatevi anche voi gli uni gli altri”. La novità non risiede tanto nel comandamento dell’amore, ma nel motivo e nella misura. Potremmo tradurre “come io ho amato voi”, anche con “siccome io ho amato voi, così amatevi anche voi gli uni gli altri”, indicando quindi qual è l’origine dell’amore reciproco. Gesù dice che l’origine della capacità di amare non sta tanto nella nostra volontà o nei nostri buoni sentimenti, ma poiché siamo stati amati da Lui, poiché abbiamo sperimentato il suo amore, siamo in grado di amarci a vicenda. In secondo luogo Gesù dice: “come io ho amato voi” indicando la misura e lo stile dell’amore.

Siamo invitati ad amarci secondo la misura di Gesù, ovvero fino alla fine, prendendosi cura delle fatiche dell’altro, pronti a dare la vita per l’altro. È questa la novità: l’amore fino alla fine, l’amore più forte della morte.


O Dio, che nel Cristo tuo Figlio rinnovi gli uomini e le cose, fa’ che accogliamo come statuto della nostra vita il comandamento della carità, per amare te e i fratelli come tu ci ami. Amen.


Dal Vangelo di Giovanni 13,31-35

«Figlioli, ancora per poco sono con voi. Vi do un comandamento nuovo: che vi amiate gli uni gli altri. Come io ho amato voi, così amatevi anche voi gli uni gli altri. Da questo tutti sapranno che siete miei discepoli: se avete amore gli uni per gli altri.»